Riforma dell’Italia e degli Italiani prima della riforma del lavoro.

Postato da Paolo Camerin |24 feb 15 | 0 commenti

Riforma dell’Italia e degli Italiani prima della riforma del lavoro.

Sicuramente nel nostro paese la riforma del lavoro è importantissima, come è importante che i sindacati inizino veramente a difendere gli interessi degli operai. Il primo e più grande interessi da difendere è il LAVORO, non la diffesa ad oltranza di cose assurde come accadde , solo per citare un esempio che mi fece veramente sorridere, con la pausa saponetta alla Ducati.

Il lavoro si crea se rendiamo il nostro paese attrattivo per le imprese!! Oggi investire in Italia non è per nulla redditizio. Il Bel Paese è troppo costoso!! Burocrazia assurda creata ad hoc per dare posti di lavoro pubblici allo scopo di  assicurarsi volti alle elezioni,  tasse assurde per mantenere la burocrazia creata. Leggi e regole che cambiano a seconda di chi le interpreta. Corruzione dilagante!

Se volgiamo uscire dalla situazione in cui ci siamo messi con le nostre mani dobbiamo avere il coraggio di cambiare.

“Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando oc’è da rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare” Giovanni Falcone

È notizia di qualche giorno fa che  Apple ha deciso di investire 1,7 miliardi di dollari in Europa per due nuovi impianti Green per  la messa in funzione di   data center interamente alimentati da energie rinnovabili. Per quale motivo invece di investire in Irlanda e Danimarca non lo hanno fatto in Italia?